Progetto: Finalmente anche a noi, una volta tanto, accade di fare qualcosa di socialmente utile. Non che di solito ci piaccia restare al livello dell'inutilità sociale più assoluta, ma, insomma, essere davvero utili è un'altra cosa. Stavolta, forse, ce l'abbiamo fatta.
Non tutti ne sono consapevoli, ma lo spreco alimentare è una delle piaghe più gravi ed eticamente intollerabili che affliggono la nostra società. Per capire di cosa stiamo parlando, basta considerare che se riuscissimo ad azzerare il fenomeno dello spreco alimentare e a ridistribuire il cibo non-sprecato alle popolazioni che ne hanno bisogno, avremmo con ciò stesso risolto il problema della fame del mondo. Non un problema da nulla... la fame nel mondo.
UBO è una mobile application per iOS e Android che fornisce ai consumatori tutte le informazioni utili a conservare correttamente oltre 500 alimenti diversi, a fare delle porzioni dotate di senso e a compilare un'utilissima e pratica lista della spesa elettronica. Insomma, un vero e proprio vademecum anti-spreco alimentare. Il brief che abbiamo ricevuto dai committenti della Regione Piemonte e della Regione Valle d'Aosta era tanto chiaro quanto impegnativo: "Fate attenzione - ci hanno detto - che il tema dello spreco alimentare porta con sé un vago sentimento depressivo, un fastidioso retrogusto di miseria. Nella nostra società, da Trimalcione in avanti, chi spreca è considerato ricco, felice e socialmente integrato, mentre chi risparmia e riutilizza le risorse in fin dei conti appare come un poveraccio, un perdente costretto ai margini del contesto civile. Per questo vogliamo che l'app sia tutto fuorché pelosa, depressiva. La vogliamo cool, fichissima..." La sfida ci è piaciuta e ci siamo impegnati, se poi siamo riusciti a realizzare una mobile app 'fichissima' sullo spreco alimentare, beh non tocca a noi dirlo. Le statistiche relative ai download effettuati sino a oggi, invece, sono un dato oggettivo e appaiono assolutamente lusinghiere.